1.1.11…

…che non è 15 in codice binario (perdonate la mia anima nerd che di tanto in tanto prende possesso del mio corpo), ma la data di oggi, primo giorno del primo mese del primo anno della nuova decade.

Deliri post notte di S.Silvestro, me ne rendo conto, ma quando sei in ufficio mentre il resto del mondo dorme o festeggia proprio in questo momento il capodanno (alle Hawaii per esempio), ti rimangono pochi appigli per tenere la mente sveglia e funzionante.

Serata piacevolissima quella di ieri, trascorsa a casa di amici a sparar fregnacce e a giocare un pò a tombola, un pò alla PS3, a carte, alla PS3, a Monopoli, alla PS3…

Mi avevano chiesto di portare un dolce e un secondo. Ho preparato la mia torta al cioccolato, in versione un pochino più light (olio di semi al posto del burro), e dopo aver passato il pomeriggio a ponderare ho deciso di rischiare il pubblico linciaggio. Ho fatto la mia variante tex-mex del cotechino e lenticchie: Il Chilechino con lenticchie. Chilechino è, naturalmente, la poco allettante unione delle parole Chili e Cotechino. In pratica ho fatto un cotechino in salsa chili con le lenticchie al posto dei fagioli neri.

Credevo di essere l’unico pazzoide in giro, ma è stato subito evidente che ho dei compari altrettanto squilibrati che hanno mangiato di gusto il mio stravolgimento gastronomico poi rimpiazzato, a mezzanotte, dalla ricetta tradizionale.

Per chi fosse curioso di sperimentarlo…

CHILECHINO CON LENTICCHIE

per 4 persone

– 1 cotechino

– 500 ml di passata di pomodoro

– 1 peperone verde

– 1 cipollotto

– 1 dado star

– 1 carota piccola

 – lenticchie (se non si ha voglia di tenerle a bagno, quelle già lessate in barattolo vanno benissimo)

– 2 cucchiaini di salsa chili (in mancanza di questa 2 cucchiaini di salsa tabasco e 2 di peperoncino in polvere)

– olio q.b.

Una volta pronte le lenticchie, preparare un soffritto con olio, il peperone tagliato a cubetti, il cipollotto e la carota grattuggiata. Versare la passata di pomodoro aggiungendovi il dado per farlo sciogliere. Tenere in cottura a fuoco lento per circa una mezzora. Aggiungere le lenticchie. Per quelle in barattolo, è possibile versare direttamente tutto il contenuto, il liquido in eccesso tenderà ad evaporare gradualmente durante la cottura.

Ad occhio e croce il tempo di cottura è in totale di un ora. Ma questo, assieme al grado di piccantezza del chili, varia secondo gusto. A me piace un chili leggermente più denso, mentre ad alcuni miei amici americani piace più liquido. Io non lo amo troppo piccante, perchè si rischia di levargli tutto il gusto, ad alcuni miei amici invece piace vedere la nuvoletta rossa a forma di teschio con le tibie incrociate quando aprono il coperchio della pentola. Insomma fate voi, sperimentate, modificate e fatemi sapere se vi è piaciuta.

E oggi si torna a dieta per la maratona…

Buon 2011 a tutti voi!

Ah, se avete suggerimenti per dargli un nome migliore, li accetto volentieri XD

Annunci

5 thoughts on “1.1.11…

  1. Mai sentito un Chilechino! Ma ti dirò, forse sarò pazza anch’io ma mi ispira! 😀
    Buon Anno… e complimenti per il successo del blog (ho letto le statistiche). Speriamo che il 2011 sia ancora meglio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...