Gatti…

…, Neko, Gatos. Credo che il titolo avrebbero potuto cambiarlo, visto che lo spettacolo è abbastanza, ma non totalmente, ispirato al capolavoro di A.L. Webber.

Le musiche, tanto per cominciare da qualcosa, sono in italiano. Lo so, i puritani storceranno la bocca, ma vi assicuro che l’effetto è più che gradevole. E’ stata tradotta anche Memory, pur mantenendo alcune strofe dell’originale, ma la potenza di una delle più belle e famose canzoni mai scritte è rimasta inalterata.

Non mi aspettavo nulla di simile allo show di Broadway, ma nel complesso si è visto un lavoro serio dietro a uno spettacolo che scorre benissimo e che giusto in paio di occasioni rallenta un poco. La scenografia è un pò differente, ma mantiene l’ambientazione da downtown newyorkese, sebbene in questa versione siano numerosi i riferimenti all’Italia e tante le aggiunte tipicamente italiane (anche nelle canzoni).

Considerazioni doverose:

1. Lo spettacolo mi è piaciuto, e molto;

2. Lo spirito dell’originale è stato mantenuto;

3. Mungojerrie e Rumpleteazer ( che in questo Cats si chiamava Zampalesta) non hanno per nulla sfigurato;

4. Le canzoni e le melodie erano abbastanza fedeli alla colonna sonora originale;

5. Anche lo spettacolo migliore avrà sempre dei detrattori.

E proprio quest’ultimo punto mi ha fatto pensare, perchè come al solito ho avuto la sfiga di sedermi vicino alla Triade. Ogni teatro, cinema, concerto, evento, ha la sua triade. Quel gruppetto di personaggi formati canonicamente da:

1. L’apatico: tipo silenzioso che dice mezza parola durante l’intervallo e che non si sbilancia mai a dare un’opinione su ciò che sta guardando;

2. L’ovvio: essere che non fa altro che ripetere ovvietà e banalità. Normalmente dotato della stessa ironia e simpatia di un calcio sugli stinchi, tende a dissentire, riconsiderare e poi convenire con…

3. Il regista: il tizio che invece ha abbastanza opinioni (solitamente negative) per tutti e tre. Gira con un cartello sulle spalle che dice: “Se in questo posto c’è qualcosa di più importante del mio Ego, lo voglio immediatamente in vincoli e fucilato!”. Non sta zitto un momento distribuendo opinioni anche nei sedili limitrofi, che essi lo vogliano oppure no. Denigra tutti e tutto, dall’acconciatura del protagonista all’erroneo posizionamento degli attori in scena. Memorabili le frasi del tipo: “Si, però, io questa scena l’avrei fatta così…”, “La controscena è troppo statica/troppo dinamica”, “Le coreografie non sono un gran che” o quella che ho apprezzato più di tutte in assoluto: “Grisabella mi è scesa sotto di un’ottava mentre cantava”.

Non dovrei più soprendermi, dopotutto anche Snoopy diceva sempre che i migliori allenatori stanno in tribuna, però mi chiedo perchè la gente non possa semplicemente sedersi, rilassarsi e godersi la magia…

Annunci

4 thoughts on “Gatti…

  1. non ho mai avuto occasione di vedere cat’s anche se quando, non tanto tempo fa, ho visto i cartelloni qua a Bologna, sono stata tentata. E’ nella lista.
    la triade… troppo buffa!! e troppo vera!!

  2. Che sia scesa di un’intera ottava è impossibile! Spero che “il regista” stesse volutamente esagerando… Comunque concordo, a me piace godermi lo spettacolo, perché sono lì per quello. Non mi piace criticare cercando il pelo nell’uovo, se critico lo faccio su quelle cose che non mi hanno fatto godere appieno lo spettacolo. Ma Grisabella era Giulia Ottonello? O era proprio un’altra compagnia?
    Io sto pensando di andare a vedere Jesus Christ Superstar a Firenze, ma spero vivamente sia in inglese. So tutti i testi a memoria!

  3. La Grisabella è stata sostituita al termine del primo atto. Grazie alla triade non ho capito chi la interpretava all’inizio e nel secondo atto, ma lei c’era sicuramente 🙂
    E comunque “il regista” ha detto tante di quelle fregnacce che stargli appresso era dura XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...