Il lupo a Gubbio…

…non sono ioooooooo. E meno male. Perchè se avessi dovuto fare pure il Lupo di Gubbio ieri sera mi avrebbero raccolto col cucchiaino. Prova generale archiviata, teatro tutto esaurito per tutte e tre le repliche da una settimana, stanchezza mai a livelli così alti. Alla faccia di chi mi dice che Forza venite Gente è una recita da parrocchietta…

Ieri, tanto perchè non c’ho niente da fa, ho fatto una prova di corsa sugli otto chilometri.  I primi due li ho passati facendo attenzione ad ogni singolo dolorino avvertibile. Nulla da riportare, bene così. La tendinite sembra essere passata, ma ieri sera il non essermi allenato per quasi due settimane s’è sentito. Ho 10 giorni per prepararmi al lunghissimo da 35 km. Se non dovessi riuscire a correrlo, la maratona sarà un calvario di proporzioni immani.

Oggi avrei voluto riposarmi, ma l’Idiota ha detto che non posso assentarmi visto che ormeggia una nave. Dopotutto siamo solo 4 in ufficio…

La morale, come al solito, è che nessuno è indispensabile, o insostituibile, a meno che non chieda le ferie…

Annunci

4 thoughts on “Il lupo a Gubbio…

  1. l’Idiota io me lo figuro con la faccia del verduriere di Amelie, immagino per via del collegamento con il film riferito alla mania di ordine che però in quel caso era del padre (di Amelie).
    Il viso corrisponde? porcigno, occhi vacui, ignorante e sgraziato. Ci sono?

    se non riuscirai a correre tutti i 35 km penso sarà comunque una gran esperienza, essere in Jap, correre in mezzo a tutte queste persone che chissà chi sono e chissà da dove vengono…. secondo me ce la fai ^¿^

  2. Mmmm..se possibile è anche peggio. E’ quel tipo di persona che ti sa di viscido non appena lo vedi. Naso aquilino, cicciottello…per certi versi ricorda Penguin di Batman…

    Per quanto riguarda la maratona, a costo di camminare gli ultimi 10 km, la finirò. I 35 km sono fondamentali per stare bene a 4/5 di corsa. Purtroppo i 42,195 km della maratona è una distanza che esige rispetto e che può costringerti a sforzi seri. Ricordo i lunghissimi domenicali prima di Dublino, interminabili sgambate da 3 ore e passa, corsi quasi sempre da solo. Mettono alla prova fisico e mente, aiutandoti il giorno della maratona quando chiuderai ben oltre le 4 ore…

    Il contesto aiuterà di certo, ma è come il discorso della musica: dopo i 30 km ascolti solo i segnali che ti manda il corpo 🙂

  3. avevo dimenticato viscido.. dovevo immaginarlo..
    —–
    con chi vai alla corsa? amici o gruppo podistico?
    io crollo, oltre che fisicamente, sopratutto mentalmente, non riesco a darmi motivazioni sufficienti a convincermi a continuare lo sforzo… sono una pigrona cronica in realtà!!

  4. Bè la componente mentale è importante, soprattutto quando vai per le distanze lunghe. A Tokyo vado per conto mio, non faccio parte di nessun gruppo podistico, ma giusto perchè col lavoro che faccio difficilmente riuscirei a rispetare gli impegni settimanali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...