E svegliarsi…

…in un gelido mattino di fine anno con la gatta ai piedi del letto che ti guarda come se volesse chiederti: “Come vivrai, Johnny?“.

Tu ti stiri, ti metti a torso nudo (pratica, questa, che mi rimane come eredità del periodo trascorso in Accademia Navale) e le rispondi: “Giorno per giorno…

A quel punto sei cosciente di non avercelo un deserto verso il quale incamminarti, e neppure un coltellaccio alla Rambo. Ti avvii verso il bagno per darti una sciacquata mentre aspetti che il caffè inizi a fare il suo tipico grgrgrgrschhhhhrrrrrgrgugru nella moka.

Ho le spalle un pochino anchilosate. Ieri seduta di palestra nella quale mi sono reso conto di essermi vestito come un miccio del re. Dicesi miccio del re, la donzella di mare, pesciolino rompipalle dalla sgargiante livrea in stile art attack eseguito utilizzando barattoli di colore fatti esplodere in sequenza casuale. Pesciolino che ti rovina le giornate di pesca perchè è puntualmente il primo ad avventarsi sulle tue esche e del quale abbiamo una diapositiva:

Donzella di mare

A Civita hanno messo una pista da pattinaggio su ghiaccio usa e getta, di quelle che monti al volo in due giorni e passate le Feste le togli che sia mai che poi fai qualcosa de bono a lasciarla operativa fino ad aprile.

Ovviamente l’indigeno medio s’è riscoperto subito l’Evgeni Plushenko de noantri e ha immediatamente affollato la pista con piroette di dubbia bellezza risultanti in sistematiche culate e ipersollecitazione dell’osso sacro.

Io fortunatamente ho scoperto già nell’inverno del ’97 che il pattinaggio su ghiaccio è una roba che con me non ha proprio nulla a che spartire. Rimane solo l’ammirazione silenziosa per quei fenomeni che vedi volare elegantemente sul ghiaccio e che son capaci di completare un doppio axel come se fosse la cosa più naturale del mondo.

Annunci

5 thoughts on “E svegliarsi…

  1. Ci ho provato anche io ma il mio precario equilibrio non mi permette di fare come i provetti pattinatori, è più il tempo che passo con il sedere a terra che muovendomi XD
    mi accontento di guardare le loro evoluzioni …senti ma andiamo a berci una tazza di tè va XD

  2. I salti nel pattinaggio artistico sono qualcosa che guardo con ammirazione e stupore, consapevole che mai e poi mai sarei capaci di riprodurli. E pensare che loro li fanno anche senza pattini! Io ho paura anche nell’eseguire una capriola…

  3. da noi ci sono le “rosette” o “pesci orologio” che insieme alle “acquadelle” spaccano molto le palle quando peschi… ho un passato da assistente pescatrice di mio figlio (legasi assistente quella che mette il verme e che toglie il pesce quando abbocca..)
    il pattinaggio mi piace un sacco, da piccola avevo i pattini a rotelle (non in linea, quelli due rotelle davanti due rotelle di dietro) e me la cavavo benino, a parte le ginocchia sbucciate e il culo ammaccato ^__^ sul ghiaccio non ho mai provato, è troppo freddo x una freddolona come me! auguri Benny felice 2012!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...