I monti…

…erano quelli tanto cari a mio padre, quelli della mia infanzia passata a raccogliere castagne mentre mi gustavo un savoiardo del forno de La Bianca, magari dissetandomi dell’acqua ferruginosa della fonte dell’Acquacetosa.

Scenari familiari noti a chi è cresciuto tra voi avrebbe detto il Manzoni. Fontanili, somari, vacche, cavalli, macchia e boschi di faggi.

Salite. Discese.

Tornare, a distanza di anni, e correrci a perdifiato lasciando che per 12 km gli occhi si ubriachino di verde e i polmoni di ossigeno.

Arrivare al traguardo, tirare dritti verso il gazebo dell’organizzazione e, in quel momento, sentirsi chiamare da un fotografo che ti avvisa che sei arrivato decimo di categoria e devi ritirare il buono. E allora pensi che è destino, che la sensazione che avevi da bambino era giusta. Quei monti ti sono amici e non è un caso che la prima volta a premi sia stata proprio qua.

Maratonina di Primavera, Allumiere.

54:31 (4:32 al km)
54^ in classifica
10^ della categoria A

I miei monti, primi nel mio cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...