“Sembra…

…tutto accendersi come con le luci di Natale” cantava Max Pezzali qualche anno fa.

A Civitavecchia non è più così.
A Civitavecchia abbiamo l’austerity.
A Civitavecchia abbiamo i grillini che combattono la cancerogena centrale Enel decidendo di non mettere luminarie per le strade, pur mantenendo lampioni accesi per strada.
A Civitavecchia abbiamo funzionari comunali che chiudono gli occhi su scomode realtà illegali e anzi, vanno pure a mangiarci.
A Civitavecchia abbiamo la gente che “l’inquinamento della centrale no” ma le navi del porto e l’auto pure per andare a comprare le sigarette sotto casa, sì.
A Civitavecchia abbiamo la camorra che si nasconde in piena luce e la mafia cinese che neanche si preoccupa di salvare le apparenze.
A Civitavecchia i vigili ti fanno la multa perchè “sei l’unico in regola con l’autorizzazione per la somministrazione di alcolici”.
A Civitavecchia la gente mangia il pesce fresco di lunedi mattina, quando il mercato del pesce è chiuso perchè i pescherecci la domenica non escono.
A Civitavecchia non abbiamo le luminarie.
A Civitavecchia non abbiamo un’amministrazione.
A Civitavecchia non abbiamo un servizio di raccolta rifiuti degno di tal nome, però devi sborsare 600€ l’anno per mantenerlo.
A Civitavecchia abbiamo sorgenti di acqua scaturite da tubature danneggiate e riparate dopo mesi.
A Civitavecchia non abbiamo vigilanza.

A Civitavecchia dobbiamo arrangiarci per sopravvivere, ogni giorno, a una nuova tassa o un nuovo malgoverno.

Un’Italia in miniatura, insomma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...