“Lo giuro!…

…e partì la fanfara.
Era il 4 dicembre 1999, avevo da poco compiuto 18 e stavo per concludere un percorso formativo che mi avrebbe segnato per sempre.
Quando vivi per mesi tra le quattro mura di un luogo in cui le parole “Patria e Onore” non sono solo uno slogan appeso al muro in caratteri giganti, quando hai condiviso con i tuoi frà di corso esercitazioni con caldo, freddo, pioggia, vento…
Quando ti chiedono, a 18 anni, se sei pronto a giurare di onorare e difendere la Repubblica Italiana, beh, tu non ti limiti a rispondere, lo gridi con tutto il fiato che hai in corpo, e ancora più in alto salgono voce e cuore quando canti l’inno nazionale.
Ci credi in quel giuramento, e non potrai che crederci per il resto della tua vita.
Anche quando devi difendere l’indifendibile. Anche quando quella Patria che ami si dimentica dei suoi figli, siano essi due Marò in India, cinquantenni padri di famiglia che hanno perso il lavoro o trentenni plurilaureati che fanno gli operatori di call center a 300€ al mese e che non vedranno mai un euro di pensione.
Come si fa a difendere e onorare l’indifendibile?
Io non ci riesco più, ma difenderò sempre i miei fratelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...